Lorenzo Jovanotti Cherubini

Ciao a tutti!

Questa pagina è dedicata a Jovanotti, pseudonimo di Lorenzo Cherubini (Roma, 27 settembre 1966), un cantautore, rapper e disc jockey italiano.

Buon ascolto!

Tutto l’more che ho

Le meraviglie in questa parte di universo
Sembrano nate per incorniciarti il volto
E se per caso dentro al caos ti avessi perso
Avrei avvertito un forte senso di irrisolto

Un grande vuoto che mi avrebbe spinto oltre
Fino al confine estremo delle mie speranze
Ti avrei cercato come un cavaliere pazzo
Avrei lottato contro il male e le sue istanze

I labirinti avrei percorso senza un filo
Nutrendomi di ciò che il suolo avrebbe offerto
E a ogni confine nuovo io avrei chiesto asilo
Avrei rischiato la mia vita in mare aperto

Considerando che l’amore non ha prezzo
Sono disposto a tutto per averne un po’
Considerando che l’amore non ha prezzo
Lo pagherò offrendo tutto l’amore
Tutto l’amore che ho

Un prigioniero dentro al carcere infinito
Mi sentirei se tu non fossi nel mio cuore
Starei nascosto come molti dietro ad un dito
A darla vinta ai venditori di dolore

E ho visto cose riservate ai sognatori
Ed ho bevuto il succo amaro del disprezzo
Ed ho commesso tutti gli atti miei più puri

Considerando che l’amore non ha prezzo
Considerando che l’amore non ha prezzo
Sono disposto a tutto per averne un po’
Considerando che l’amore non ha prezzo
Lo pagherò offrendo tutto l’amore
Tutto l’amore che ho
Tutto l’amore che ho

Senza di te sarebbe stato tutto vano
Come una spada che trafigge un corpo morto
Senza l’amore sarei solo un ciarlatano
Come una barca che non esce mai dal porto

Considerando che l’amore non ha prezzo
Sono disposto a tutto per averne un po’
Considerando che l’amore non ha prezzo
Lo pagherò offrendo tutto l’amore

Tutto l’amore che ho
Tutto l’amore che ho
Tutto l’amore che ho
Tutto l’amore che ho
Tutto l’amore che ho

Vai alla pagina Musica Italiana 

Bella

E gira gira il mondo
e gira il mondo e giro te
mi guardi e non rispondo
perché risposta non c’è
nelle parole

bella come una mattina d’acqua cristallina
come una finestra che mi illumina il cuscino
calda come il pane
ombra sotto un pino
mentre t’allontani stai con me forever
lavoro tutto il giorno
e tutto il giorno penso a te
e quando il pane sforno
lo tengo caldo per te…
chiara
come un ABC
come un lunedì di vacanza dopo un anno di lavoro
bella
forte come un fiore
dolce di dolore
bella come il vento che t’ha fatto bella amore
gioia primitiva
di saperti viva
vita piena giorni e ore
batticuore
pura
dolce mariposa
nuda come sposa
mentre t’allontani stai con me forever
bella
come una mattina d’acqua cristallina
come una finestra che mi illumina il cuscino
calda come il pane
ombra sotto un pino
come un passaporto con la foto di un bambino
bella come un tondo
grande come il mondo
calda di scirocco e fresca come
tramontana
come la fortuna
tu così opportuna
mentre t’allontani stai con me forever
bella
come un’armonia come l’allegria
come la mia nonna in una foto da ragazza
come una poesia
o madonna mia
come la realtà che incontra la mia fantasia.

Vai alla pagina Musica Italiana 

Baciami ancora

One, due, tre, four.

Un bellissimo spreco di tempo
un’impresa impossibile
l’invenzione di un sogno

una vita in un giorno
una tenda al di là della duna

Un pianeta in un sasso, l’infinito in un passo
il riflesso di un sole sull’onda di un fiume
son tornate le lucciole a Roma
nei parchi del centro l’estate profuma.

Una mamma, un amante, una figlia
un impegno, una volta una nuvola scura
un magnete sul frigo, un quaderno di appunti
una casa, un aereo che vola.

Baciami ancora…
Baciami ancora…

Tutto il resto è un rumore lontano
una stella che esplode ai confini del cielo.

Baciami ancora…
Baciami ancora…

Voglio stare con te
inseguire con te
tutte le onde del nostro destino.

Una bimba che danza, un cielo, una stanza
una strada, un lavoro, una scuola
un pensiero che sfugge
una luce che sfiora
una fiamma che incendia l’aurora.

Un errore perfetto, un diamante, un difetto
uno strappo che non si ricuce.

Un respiro profondo per non impazzire
una semplice storia d’amore.

Un pirata, un soldato, un dio da tradire
e l’occasione che non hai mai incontrato.

La tua vera natura, la giustizia del mondo
che punisce chi ha le ali e non vola.

Baciami ancora…
Baciami ancora…

Tutto il resto è un rumore lontano
una stella che esplode ai confini del cielo.

Baciami ancora…
Baciami ancora…

Voglio stare con te
invecchiare con te
stare soli io e te sulla luna.

Coincidenze, destino,
un gigante, un bambino
che gioca con l’arco e le frecce
che colpisce e poi scappa
un tesoro, una mappa,
l’amore che detta ogni legge
per provare a vedere
che c’è laggiù in fondo
dove sembra impossibile stare da soli
a guardarsi negli occhi
a riempire gli specchi
con i nostri riflessi migliori

Baciami ancora…
Baciami ancora…

Voglio stare con te
inseguire con te
tutte le onde del nostro destino.

Baciami ancora…
Baciami ancora…
Baciami ancora…
Baciami ancora…
Baciami ancora…
Baciami ancora…
Baciami ancora…
Baciami ancora…
Baciami ancora…

Vai alla pagina Musica Italiana 

Un raggio di sole
Che lingua parli tu
se dico vita dimmi cosa intendi
E come vivi tu
se dico forza attacchi o ti difendi
T’ho detto amore e tu m’hai messo in gabbia
M’hai scritto sempre ma era scritto sulla sabbia
T’ho detto eccomi e volevi cambiarmi
T’ho detto basta e m’hai detto non lasciarmi
Abbiamo fatto l’amore e mi hai detto mi dispiace
Mi hai lanciato una scarpa col tacco e poi abbiamo fatto pace
Abbiam rifatto l’amore e ti è piaciuto un sacco
e dopo un po’ mi hai lanciato la solita scarpa col tacco
gridandomi di andare e di non tornare più
Io ho fatto finta di uscire e tu hai acceso la tv
e mentre un comico faceva ridere
io ti ho sentito che piangevi
Allora son’ tornato ma tanto già lo sapevi
che tornavo da te
senza niente da dire
senza tante parole
ma con in mano un raggio di sole
per te che sei lunatica
Niente teorie con te soltanto pratica
praticamente amore
Ti porto in dono un raggio di sole per te,
un raggio di sole per te
Che cosa pensi tu
se dico amore dimmi cosa intendi
siamo andati al mare e mi parlavi di montagna
abbiamo preso una casa in città e sogni la campagna
con gli uccellini le anatre e le oche
i delfini i conigli le api i papaveri e le foche
e ogni tanto ti perdo o mi perdo nei miei guai
ho lo zaino già pronto all’ingresso
ma poi tanto tu già lo sai
che ritorno da te
senza niente da dire
senza tante parole
ma con in mano un raggio di sole per te
che sei lunatica
niente teorie con te
soltanto pratica, praticamente amore
ti Porto in dono un raggio di sle per te
un raggio di sole per te
Mettetevi in contatto!