Antonello Venditti

Ciao a tutti!

Questa pagina è dedicata esclusivamente ad Antonello Venditti, (Roma, 8 marzo 1949), un cantautore italiano. Venditti è considerato tra i più popolari e prolifici della cosiddetta Scuola Romana, dal 1972, anno del suo debutto discografico, ha condensato nel suo repertorio canzoni d’amore e d’impegno sociale.

Buon ascolto!

“Amici mai”

Questa sera non chiamarmi
No stasera devo uscire con lui
Lo sai non è possibile
Io lo vorrei,
Ma poi mi viene voglia di piangere
Certi amori non finiscono
Fanno dei giri immensi
E poi ritornano
Amori indivisibili,
Indissolubili,
Inseparabili

Ma amici mai
Per chi si cerca come noi
Non è possibile
Odiarsi mai
Per chi si ama come noi
Basta sorridere

No no non piangere
Ma come faccio io
A non piangere

Tu per me sei sempre l’unica
Straordinaria,
Normalissima
Vicina e irraggiungibile,
Inafferrabile,
Incomprensibile

Ma amici mai
Per chi si cerca come noi
Non e’ possibile
Odiarsi mai
Per chi si ama come noi
Sarebbe inutile

Mai mai
Il tempo passerà
Mai mai
Il tempo vincerà

Il nostro non conoscersi
Per poi riprendersi
È una tortura da vivere
Ma stasera non lasciarmi
No stasera non uscire con lui
Il nostro amore è unico,
Insuperabile,
Indivisibile
Ma amici mai

Vai alla pagina Musica Italiana 

“Alta mare”

Autostrada deserta al confine del mare
sento il cuore più forte di questo motore
Sigarette mai spente sulla radio che parla
io che guido seguendo le luci dell’alba
Lo so lo sai la mente vola
fuori dal tempo e si ritrova sola
senza più corpo né prigioniera
nasce l’aurora
Tu sei dentro di me come l’alta marea
che scompare e riappare portandoti via
Sei il mistero profondo, la passione, l’idea
sei l’immensa paura che tu non sia mia.
Lo so lo sai il tempo vola
ma quanta strada per rivederti ancora
per uno sguardo per il mio orgoglio
quanto ti voglio
Tu sei dentro di me come l’alta marea
che riappare e scompare portandomi via
Sei il mistero profondo, la passione, l’idea
sei l’immensa paura che tu non sia mia.
Lo so lo sai il tempo vola
ma quanta strada per rivederti ancora
per uno sguardo per il mio orgoglio
quanto ti voglio
…….per dirti quanto ti voglio
…….per dirti quanto ti voglio
…….per dirti quanto ti voglio

Vai alla pagina Musica Italiana 

“Dalla pelle al cuore”

Il sesso fa partire
l’amore fa tornar da te
e dalla pelle al cuore
che adesso sto davanti a te

So che mi perdonerai

mi devi perdonare
so che tu ce la farai

e dalla pelle al cuore
che devo ritornare
senza più parole
senza farti male

e dalla pelle al cuore
e tu lo capirai
solo da uno sguardo
tu lo scoprirai

Non cerco comprensione
e lacrime che tu non hai
è stata un’emozione
che mi ha rubato l’anima

Dolcissimo mio amore
e non mi ha fatto vivere
si apre il tuo portone
e adesso sei davanti a me

e dalla pelle al cuore
che devo ritornare
senza più parole
senza farti male

e dalla pelle al cuore
e tu lo capirai
solo da uno sguardo
tu lo scoprirai

mi perdonerai
mi perdonerai
mi devi perdonare sai
mi perdonerai

e dalla pelle al cuore
che devo ritornare
senza più dolore
senza farti male

e dalla pelle al cuore
e tu lo capirai
solo da uno sguardo
tu lo scoprirai

mi perdonerai
mi perdonerai
mi devi perdonare sai
mi perdonerai

Mi perdonerai

Vai alla pagina Musica Italiana 

“Unica”

Noi due non ci parliamo noi due non ci vediamo
noi due due foglie cadute dallo stesso ramo
noi due che dell’errore abbiamo fatto amore
noi due due arterie diverse dello stesso cuore

Tu ora dove sei
se vivi un’altra storia con chi stai
chi ti prenderà
chi ti stringerà
chi ti griderà sei unica
mio danno ed amore

E passa il tempo lento
mi giro e mi tormento
e se ti chiamo lo so
che trovo sempre spento
perché non ci parliamo
perché non perdoniamo
noi due due foglie cadute dallo stesso ramo

Tu dimmi dove sei
se vivi un’altra storia con chi stai
lui ti prenderà
lui ti stringerà
lui ti griderà sei unica

oh

Tu dimmi dove sei
vivi un’altra storia con chi stai
chi ti prenderà
chi ti stringerà
chi ti griderà sei unica

Tu dimmi dove sei
se vivi un’altra storia con chi stai
lui ti prenderà
lui ti stringerà
lui ti griderà sei unica

mio danno ed amore
mio danno ed amore
mio danno ed amore…

Vai alla pagina Musica Italiana 

Mi chiamo Antonio e faccio il cantautore
E mio padre e mia madre mi volevano dottore
Ho sfidato il destino per la prima canzone
Ho lasciato gli amici, ho perduto l’amore
E quando penso che sia finita
È proprio allora che comincia la salita
Che fantastica storia è la vita
Mi chiamo Laura e sono laureata
Dopo mille concorsi faccio l’impiegata
E mio padre e mia madre, una sola pensione
Fanno crescere Luca, il mio unico amore
A volte penso che sia finita
Ma è proprio allora che comincia la salita
Che fantastica storia è la vita
Che fantastica storia è la vita
E quando pensi che sia finita
È proprio allora che comincia la salita
Che fantastica storia è la vita
Mi chiamano Gesù e faccio il pescatore
E del mare e del pesce sento ancora l’odore
Di mio

Vai alla pagina Musica Italiana 

“Forever”

Lo sguardo trova sempre quello che cerca il cuore
guardando dentro me ritrovo il tuo dolore
io ti amerò per sempre tu mi dicevi allora
ricordo le tue labbra ridevano all’aurora

Quanto tempo fa
tu lo diresti ancora
ora che la nostra vita va così
voglio solo te
io lo voglio ancora
ora che il silenzio scende su di noi

Forever
io ti amerò per sempre
sarò come vuoi tu
ti cercherò per sempre
sarò come vuoi tu

E intanto fuori cambia c’è odore di tempesta
i tuoni in lontananza la vita è quel che resta

Tu ti stringevi a me
stringimi più forte
che questa notte finirà
voglio solo te
io lo voglio ancora
ora che il silenzio scende su di noi

Forever
io ti amerò per sempre
sarò come vuoi tu
ti cercherò per sempre
ti cercherò forever

Forever

Forever
io ti amerò per sempre
sarò come vuoi tu
ti cercherò per sempre
io ti amerò per sempre