Il plurale del termine “belga”

Ciao a tutti cari amici!

Oggi parliamo della formazione del plurale del termine “belga”, spesso un vero e proprio cruccio sia per gli stranieri sia per noi italiani. Ma come si dirà? Belghi? Belgi? Scopriamolo assieme…

Dunque, secondo la regola grammaticale, in lingua italiana i nomi che finiscono in -ca e –ga formano il plurale in –chi e -ghi (quando sono maschili) e in -che e -ghe (quando sono femminili).

Alcuni esempi: monarca – monarchi (m), patriarca – patriarchi (m), duca – duchi (m), collega – colleghi (m) – colleghe (f), basilica – basiliche (f), bottega – botteghe (f), barca – barche (f), mucca – mucche (f), bocca – bocche (f), daga – daghe (f), maga – maghe(f)

Beh, sembra facile, si dice belghi. No, colpo di scena!

Signore e Signori, vi presento l’unica parola che non segue questa regola e che fa eccezione. In italiano, infatti, si dice belgi, forse per l’influenza fonetica del nome della nazione (il Belgio) e del termine francese Belges (belgi, abitanti del Belgio).

Dinant – Belgio

D’accordo, ma se il plurale maschile fa eccezione… che forma si deve usare per il plurale femminile?

Il plurale femminile segue la norma grammaticale generale e, non facendo eccezione, sarà belghe!

Ricapitoliamo:

singolare plurale
maschile belga belgi (eccezione)
femminile belga belghe (regola)

Spero che questo post vi torni utile e che vi fornisca nuovi spunti di riflessione per l’approfondimento e lo studio della lingua italiana.

Un caro saluto e a presto!

Emma De Luca

Bibliografia

  1. Valeria della Valle e Giuseppe Patota, Il Salvalingua, Sperling &Kupfer Editori, Milano, 1995.
  2. Luca Serianni, Italiano, Garzanti Editore, Milano, 2008.
  3. Luca Serianni, Grammatica Italiana, Italiano comune e lingua letteraria, UTET, Novara, 2016.

14 pensieri su “Il plurale del termine “belga”

  1. zsilak timea

    Ciao Emma,

    grazie anche per questo articolo, intereressantissimo. Forse avete giá pubblicato articoli su proverbi – detti italiani, ma non me li ricordo. Posso chiedervi che scrivere qualche articolo su questi? Mi interesserebbe molto, grazie mille. So che non siamo un ‘programma per desideri’… , ma ci provo 🙂 Ciao

    Mi piace

    1. Buongiorno, Zsilak! Sono Claudia. Sì, è già stato pubblicato qualcosa a riguardo, ma d’ora in poi, con l’aiuto di Emma, approfondiremo di più quest’argomento! Ieri ho pubblicato sulla pagina FB il detto “fare l’indiano”, per caso l’hai visto? Grazie di cuore del tuo bel messaggio. Un abbraccio e a presto!

      Mi piace

    2. Emma

      Ciao! Abbiamo da molto tempo in programma un bel lavoro sui proverbi e sui modi di dire! Sono argomenti che trovo assai interessanti nello studio linguistico 🙂 grazie per il commento, un caro saluto!

      Mi piace

  2. Pingback: Curiosità linguistiche: – Made in Belgium (inspired by Italy)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.