Parlare e dire: qual è la differenza?

Parlare e dire

Ciao a tutti! Come va?

Oggi parleremo di due verbi che causano non poche confusioni agli studenti non italofoni che studiano la lingua italiana: parlare e dire, che non sono sinonimi come accade spesso in alcune lingue neolatine. Se farete una piccola ricerca su qualsiasi dizionario monolingue d’italiano, troverete tantissimi significati e usi diversi del verbo “parlare”, di cui elenchiamo alcuni:

1 – Esprimersi con la voce articolando i suoni in modo compiuto: è piccolina, ma parla già così bene; Anna era così emozionata, che non riusciva a parlare; cerca di parlare in modo corretto; parlare in modo sgarbato, forbito.

2 – Comunicare per mezzo del linguaggio, esprimere i pensieri e i sentimenti attraverso le parole: posso cominciare a parlare?; mentre parlo, non mi interrompa!; perché parli senza riflettere?;

3 – Rivolgersi a qualcuno: mi hai sentito? Sto parlando con te!;

4 – Conversare, avere un colloquio con qualcuno: sono stata tutta la sera a palare con Anna; avrei bisogno di parlarti al più presto;

5 – Senso figurato: di cosa, essere particolarmente espressivo: i tuoi occhi parlano; suscitare determinati sentimenti: lei è una persona che parla al cuore della gente, ecc.; di cose, sentimenti, idee e sim., manifestarsi con fatti o con parole: lasciar parlare la coscienza.

Alcune espressioni con il vocabolo “parlare”

Parliamo d’altro? Cambiamo discorso?
I fatti parlano da soli. Non c’è bisogno di ulteriori spiegazioni.
Non se ne parla neanche! Nemmeno per idea!
Non si parlano più. Hanno litigato/non si rivolgono più la parola.
Parlare a braccio, a braccia. Parlare senza l’aiuto di un testo scritto, improvvisando.
Parlare del più e del meno. Parlare di argomenti diversi e poco importanti.
Se ne parla in giro. È un fatto di cui tutti parlano.
Bada a come parli. Attento a quello che dici.

Adesso faremo un piccolo elenco dei principali significati e usi del verbo “dire“, che, come vedrete, è molto diverso dal verbo “parlare”:

1 – Comunicare a parole (cioè per mezzo del palare), enunciare: posso dirti una cosa?ha parlato per ore e ore e alla fine non ha detto nientedevi dire tutto quello che sai;

2 – Dichiarare, esporre: non ho più nulla da dirti; spiegare, dimostrare: fatti di dire come dobbiamo risolvere il problema; descrivere: dimmi com’è la tua stanzetta;

3 – Raccontare, trattare: mi puoi dire quello che hai fatto?; mi hai detto una bugia, per caso?;

4 – Affermare; dico che è ora di prendere una decisione; intendere: quella ragazza, dico, non quell’altra; riferire: per favore, non dirlo a nessuno;

5 – Esprimere: come si dice “casa” in tedesco?; essere grammaticalmente corretto; non si dice “se io avrei”; essere conveniente: questo non si dice!

Alcune espressioni con il vocabolo “dire”

Dire di sì, di no. Affermare, negare.
Vuole sempre dire la sua intervenire, mettere bocca
Per meglio dire per essere più precisi
È tutto dire! Non c’è bisogno di ulteriori spiegazioni
Dire la Messa. Celebrarla.
Aver da dire, a che dire con qualcuno. Avere ragioni di diverbio.
Non faccio per dire. Faccio sul serio.
Dirla lunga su qualcosa o qualcuno, Significare molto.

Arrivederci e buono studio!

Se il post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti.