Le parti del corpo con David e Venere

david_1

Ciao a tutti!

Oggi imparemo alcune parti del corpo umano, e chi meglio del David di Michelangelo e della Venere di Botticelli per aiutarci!

Il David è una celebre scultura realizzata in marmo, la cui altezza è di 410 cm, esclusa la base. Michelangelo Buonarroti la costruì tra il 1501 e l’inizio del 1504. La scultura ritrae il famoso eroe biblico nel momento in cui si sta per affrontare Golia. Questo capolavoro della scultura mondiale è considerato uno degli emblemi del Rinascimento, nonché il simbolo di Firenze e dell’Italia all’estero. Inoltre, è considerato l’ideale perfetto di bellezza maschile nell’arte. Attualmente la possiamo ammirare nella Galleria dell’Accademia a Firenze.

Eccone alcune parti del corpo!

davide-corpo_11

 

La Venere di Botticelli, invece, (titolo originale “La nascita della Venere”, di Sandro Botticelli) è considerata il canone di bellezza femminile da sempre, un dipinto realizzato a tempera su tela di lino (172 cm × 278 cm), databile al 1482 – 1485 circa. Insieme a David, è considerata anche un’opera iconica del Rinascimento, l’idea perfetta di bellezza femminile nell’arte e forse lo sguardo più bello del mondo; la possiamo ammirare presso la Galleria degli Uffizi, Firenze.

Eccone altre parti del corpo della donna! Lo sguardo non è, naturalmente, una parte del corpo, ma ho voluto mettere in evidenza questo particolare di uno dei dipinti più belli di tutti i tempi.

venre corpo

Ascolta l’audio 🙂

Alcune espressioni idomatiche con le parti del corpo

1) andare con i piedi di piombo – essere eccessivamente cauto;
2) costare un occhio della testa – si dice di cosa che ha un valore e un costo elevatissimi;
3) con il cuore in mano – con grande generosità e disponibilità. Anche con sincerità e franchezza, con onestà, riferito a un discorso, un consiglio o simili;
4) ficcare il naso – essere invadenti, curiosi, impiccioni, indiscreti; intromettersi indebitamente nelle faccende altrui;
5) essere nelle braccia di Morfeo – Dormire, soprattutto se profondamente e serenamente. Si usa più che altro in senso scherzoso. Per i Greci, Morfeo era il Dio del sonno e in subordine dei sogni.
Ne conoscete altre?

Ecco le foto di David e Venere inseriti nel loro contesto originale:

david originale

(Galleria dell’Accademia di Firenze)

1280px-Sandro_Botticelli_-_La_nascita_di_Venere_-_Google_Art_Project_-_edited

(Galleria degli Uffizi)

Arrivederci e buono studio!

Claudia V. Lopes

Se il post vi è piaciuto, fatecelo sapere nei commenti e con il “mi piace”. 

19 pensieri su “Le parti del corpo con David e Venere

    1. Claudia Lopes

      Buongiorno, Vera!
      In italiano esistono due forme provenienti dal latino “auriculam”: il sostantivo maschile orecchio e il sostantivo femminile orecchia. Il maschile singolare “orecchio” è la forma più usata dai parlanti per indicare l’organo dell’udito, anche in senso figurato. Il femminile singolare “orecchia” è poco adoperato per indicare l’organo dell’udito, mentre è molto comune per indicare una sporgenza simile a quella delle orecchie. In realtà, sui vocabolari trovi per orecchio: (o-réc-chio] s.m. (pl.m. orecchi o f. orecchie), anche se “orecchie” à la forma più diffusa: “mi fanno male le orecchie quando uso le cuffie”. Un caro saluto 🙂

      Mi piace

  1. Milke

    Morfeo era il dio dei sogni. Il dio del sonno era Ipno (in greco Upno). La pancia è proprio inappropriato come termine riferito al David . Nel linguaggio comune s’intende il pannicolo adiposo sopra l’addome. Quando una persona ingrassa si dice che ha messo su pancia.
    Avrei preferito pertanto addome anche per rispetto della sottostante muscolatura addominale mirabilmente scolpita (beato lui ). Poi sui termini si può disquisire. Lascio a voi commentare.

    Liked by 1 persona

      1. Milke

        Morfeo era il dio dei sogni. Il dio del sonno era Ipno (in greco Upno). La pancia è proprio inappropriato come termine riferito al David . Nel linguaggio comune s’intende il pannicolo adiposo sopra l’addome. Quando una persona ingrassa si dice che ha messo su pancia.
        Avrei preferito pertanto addome anche per rispetto della sottostante muscolatura addominale mirabilmente scolpita (beato lui ). Poi sui termini si può disquisire. Lascio a voi commentare.

        Grazie per la cortese risposta. Però pancia proprio non lo digerisco. Ha una notazione vagamente dispregiativa che si estende anche alla pronuncia.
        Anche nel campo medico si parla di chirurgia addominale o laparo chirurgia dal greco lapara (addome).
        Orribile poi quando i politici parlano alla pancia della popolazione. Quanto a Ipno puoi controllare su Wikipedia con ampi riferimenti alla letteratura greca, Omero per dirne uno. Morfeo era uno dei suoi figli. A presto.
        Con simpatia

        Mi piace

      2. Claudia Lopes

        Milke, grazie della risposta esaustiva :).
        In settimana cerco di cambiare il termine pancia con addome, va bene?. Hai ragione, David è la perfezione e non può avere una “pancia”. Sei italiano, vero?
        A presto!

        Mi piace

  2. Milke

    Un curioso episodio che forse molti conosceranno.
    Fra le parti del corpo contrassegnate con i numeri nella foto manca il naso che aveva suscitato le critiche del nobile fiorentino Soderini a Michelangelo proprio mentre stava lavorando alla statua. Troppo pronunciato avrebbe sentenziato. Michelangelo che lo aveva udito, senza ribattere salì allora sulla scala con in una mano la lima e nell’altra un po’ di polvere di marmo, si avvicinò alla testa fingendo di limare il naso, lasciando cadere un po’ di polvere. Una volta disceso chiese al nobile che lo aveva osservato da terra un parere sull’intervento suggeritogli. Naturalmente disse a Michelangelo che solo adesso il naso aveva raggiunto la giusta proporzione grazie al suo intervento anche se in realtà era rimasto inalterato. Questo per ricordare di che pasta erano fatti i fiorentini dell’epoca e forse anche quelli di oggi.

    Liked by 1 persona

    1. Claudia Lopes

      Non conoscevo questa storia. Quasi quasi mi fa ridere…ti riferisci a qualche fiorentino in particolare?.
      Grazie delle belle informazioni che mi hai dato oggi, quasi una lezione :).
      Buona serata!
      Claudia

      Mi piace

      1. Milke

        Lo spirito ipercritico dei fiorentini dell’epoca sulle opere d’arte è noto.
        Alcune statue di piazza della Signoria ne sono state oggetto. Forse quelli di oggi sono più polemici che critici. Ma quelli di un tempo, anche i più umili, avevano sviluppato una incredibile sensibilità artistica, forse scomparsa.
        Buona serata

        Liked by 1 persona

      2. Claudia Lopes

        Purtroppo sembra che le opere d’arte italiane si siano rese invisibili agli italiani. Sicuramente gli stranieri (non tutti) le apprezzano molto di più. Quello che mi urta in modo particolare è il vandalismo, quest’ondata di distruzione del patrimonio artistico e culturale, anche da parte di chi si reca in Italia per motivi vari. Mi viene sempre in mente gli ultrà olandesi che hanno sfregiato la Barcaccia di Bernini…vandali…

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.